Dieci ragioni per venire a trovarci

  1. Location
  2. Natura selvatica in esclusiva
  3. Contatto con la cultura Maasai
  4. Esperienza autentica
  5. Ospitalità
  6. Biodiversità
  7. Lodge ecoturistico pluripremiato
  8. People helping people
  9. Conservazione
  10. “Tempo di qualità in posto di qualità ”, risparmiando

Location. Terra di guerrieri Maasai, di leoni e natura selvaggia, le colline Chyulu, che così profondamente ispirarono Ernest Hemingway, sono forse il posto più simbolico di tutta l’Africa. Campi ya Kanzi e’ situato ai piedi delle Chyulu, di fronte alla più alta montagna del continente, il Kilimanjaro, tra i Parchi Nazionali Amboseli e Tsavo, ed ospita la più importante popolazione Maasai esistente.

Natura selvatica in esclusiva. 115.000 ettari  di riserva Maasai, senza altri lodge né altri turisti. Per il piacere dei nostri ospiti: solo natura incontaminata ed animali selvaggi!

Contatto con la cultura Maasai. Un’esperienza a contatto diretto con gli animali selvatici sarà possibile ancora tra 30 anni. Ma fare un’esperienza tra i veri Maasai sarà altrettanto possibile? Molto probabilmente no. Qui entrerai in contatto, in maniera autentica e vera, con i Maasai e scoprirai da molto vicino il senso profondo della loro cultura.

Esperienza autentica. Campi ya Kanzi è un pionieristico ecolodge, costruito, di proprietà e gestito da una comunità Maasai, a beneficio della gente locale. Al fianco di un tracciatore e una guida Maasai, conoscerai i segreti di un vero turismo etico e solidale, completamente immerso nella stupenda fauna selvatica: il leone, il leopardo, il bufalo, il rinoceronte, l’elefante (i Big Five) abitano queste terre, insieme al licaone, il ghepardo, la iena, l’ippopotamo, il coccodrillo, la giraffa, la zebra, l’impala, lo gnu, l’alcefalo (kongoni), l’antilope alcina (eland), il gerenuk, il cudu’ minore, l’antilope redunca, il cobo, la gazzella di Grant, la gazzella di Thomson, il facocero, il dik dik… E ad un’innumerevole varieta’ di uccelli. Vieni a Campi ya Kanzi e vivrai il tuo safari da sogno, il tuo viaggio dell’anima, l’esperienza profonda ed unica  che ti cambierà la vita.

Ospitalità. A Campi ya Kanzi non sarai un semplice turista di passaggio: Samson, capo Maasai e Presidente del MWCT, insieme a Luca ed Antonella, fondatori del MWCT, saranno felici di ospitarti nella loro terra. Ti sentirai a tuo agio, proprio come a casa di un amico, e non in un anonimo hotel.

Biodiversità. La riserva in cui sorge Campi ya Kanzi si estende dalle colline Chyulu ai piedi del Kilimanjaro, per circa 1.150 kilometri quadrati.  Le altitudini variano dai 900 ai 2.000 metri, con una vegetazione che va dalla foresta nebulare, alle pianure della savana, inclusi  fiumi ed una sorgente. Qui vivono una moltitudine di animali selvatici (65 specie di grandi mammiferi), piu’ di 400 specie diverse di uccelli ed oltre 1.000 diverse specie di piante ed alberi.

Eco-Lodge pluripremiato. Nella odierna moda di “greenwashing” e finte credenziali ecologiche, Campi ya Kanzi vanta un prestigioso palmares con i più importanti riconoscimenti nel campo:

  • Gold Rated (prima proprietà in Kenya) da Ecotourism Kenya
  • 2011 highly commended Virgin Holidays Responsible Tourism Award
  • 2008 vincitore del Condenast World Saver Award
  • 2006 vincitore del Ecowarrior Award
  • 2006 vincitore del Tourism for Tomorrow Award
  • 2005 vincitore del Skal Ecotourism Award
  • 2004 finalista del World Legacy Award

People helping People. Per ogni giorno che trascorri a Campi ya Kanzi, contribuisci alla conservazione della fauna e flora selvatiche e della cultura Maasai con una quota di $100 devoluta al MWCT; se scegli di stare a Kanzi House il contributo è di $150 al giorno. Grazie al tuo supporto, aiuterai la comunità Maasai a preservare la natura, la fauna selvatica e la loro cultura.

Conservazione. MWCT gestisce diversi programmi per la conservazione, la sanità e l’istruzione. Grazie a Wildlife Pays, che ricompensa i proprietari terrieri Maasai per le perdite di bestiame causate dai predatori, la popolazione di leoni è triplicata in meno di tre anni (attualmente a vivere nella riserva sono oltre 60). Questo programma è sostenuto dalle quote per la conservazione versate dai visitatori di Campi ya Kanzi. Con un budget annuale di $ 1.200.000 e sponsor aziendali come Puma e Cartier, il Fondo oggi è una organizzazione chiave per la conservazione dell’intero ecosistema. Informati e diventa anche tu un sostenitore (come aiutarci).

“Tempo di qualità in posto di qualità ”, risparmiando. L’esperienza del safari può essere molto costosa, soprattutto quando ci si sposta da un lodge a un altro. A Campi ya Kanzi, grazie alla ricca biodiversità del Kuku Group ranch  ed alle tante opzioni che ti offriamo  – incluse escursioni giornaliere allo Tsavo e Amboseli, e/o il fly camping – potrai restare in nostra compagnia almeno per una settimana e fare qualcosa di insolito e differente ogni giorno, risparmiando denaro sugli spostamenti interni tra un lodge e l’altro. Inoltre, operiamo commercialmente il nostro Cessna 206, che ci permette di farti volare a tariffe e tempi  molto convenienti da e per le tue altre destinazioni.

Riscontro








captcha